Iris yellow spot virus PDF Stampa E-mail

Introduzione - Attività prevista - Galleria fotografica - Normativa - Link - Allegati

 

Introduzione

Il gruppo tassonomico dei Tospovirus (famiglia Bunyaviridae) include alcune tra le specie virali di maggiore importanza per l’economia agricola mondiale. In particolare, Tomato spotted wilt virus (TSWV) e Impatiens necrotic spot virus (INSV) si sono rapidamente diffusi in tutti i continenti  in quanto l’ampia  gamma di ospiti naturali, tra piante agrarie ed ornamentali, e l’ampia diffusioni del vettore (Frankliniella occidentalis) hanno reso difficile il contenimento della loro diffusione e il controllo di epidemie in atto. La presenza di queste due specie è ormai endemica su tutto il territorio nazionale.

Il genere Tospovirus annovera circa 12 specie virali, di cui per alcuni  esiste o si teme un rischio fitosanitario per il nostro paese e di fatto contemplati nella nelle liste EPPO “Pest list” ed “Alert list”.  In particolare, è stata recentemente accertata la presenza di Iris yellow spot virus (IYSV) (Pozzer et al., 1999) nelle coltivazioni di cipolla per la produzione di seme (Vicchi et al., 2008). IYSV è trasmesso da Thrips tabaci, fitofago diffusamente presente nelle coltivazioni delle liliacee ortive (Gilioli et al., 2005) e spesso colonizzante i bulbi oggetto di scambi commerciali.

Al momento, IYSV è stato identificato solo su cipolla da seme ma in altri paesi ha causato gravi danni anche in cipolla da mercato, porro, erba cipollina e diverse specie ornamentali (Alstroemeria, Eustoma grandiflorum, Iris , Hippeastrum e Lilium). La cipolla da seme e le produzioni commerciali delle colture menzionate rappresentano per molte regioni, comuni ed anche singole imprese agricole un’importante voce economica del fatturato che viene ora minacciata da questa patologia virale.

L’acquisizione di dati attraverso monitoraggi già effettuati o da intraprendere  sono necessari per stabilire la reale diffusione del patogeno. Al tempo stesso, è necessario coadiuvare le indagini con strumenti diagnostici ottimizzati sugli isolati di IYSV individuati in Italia ( Tomassoli et al, 2009).

 

Gilioli G., Baumgartner J., Vacanta V., Il tripide della cipolla. Mezzi e stategie di lotta. Informatore fitopatologico, LV (10), 27-32.

Pozzer, L., Bezerra, I. C., Kormelink, R., Prins, M., Peters, D., Resende, R. de O., and de Avila, A. C. 1999. Characterization of a tospovirus isolate of iris yellow spot virus associated with a disease in onion fields in Brazil. Plant Dis. 83: 345-350.

Tomassoli L., Tiberini A., Masenga V.,  Vicchi V., Turina M.,2009. Characterization of Iris yellow spot virus isolates from onion crops in northern Italy. J. of Plant pathology, 91: 623-628.

Vicchi V., Babibi A.R., Barioli E., Dradi D., Fini P., Grillini P., Tomassoli L., Turina 2008. Maculatura gialla segnalata su cipolla da seme. L’informatore Agrario 43, 75-76

 

Attività prevista

  •  Reperimento degli isolati di IYSV: tenuto conto che i) la malattia in campo risulta di difficile identificazione a causa della sintomatologia ascrivibile anche ad altri Tospovirus e, negli stadi avanzati, alla peronospora della cipolla; ii) la tecnica ELISA non sempre dà garanzia circa rilevamento del patogeno in caso di infezione, verranno effettuate sul materiale sospetto che verrà raccolto dai SFR analisi molecolari specifiche (RT-PCR) per una sicura identificazione del virus (attività supportata dal progetto ARNADIA). Questa fase operativa consentirà di individuare in modo certo le aree colpite da questo organismo inserito in  “Alert list”
     Epidemiologia: prioritario sarà lo studio sulla distribuzione del patogeno nella pianta (parte epigea e bulbo) al fine di stabilire le procedure di preparazione del campione per le analisi diagnostiche campionamento e di individuare i tessuti di conservazione temporale del virus  nel materiale vegetativo oggetto di scambio commerciale e/o nel prodotto intermedio del ciclo biennale per la produzione di seme.
     Analisi della variabilità genetica: gli isolati identificati nelle coltivazioni, che verranno classificati in base al paese di provenienza e al comprensorio agricolo di coltivazione della matrice da cui sono stati estratti, verranno studiati nelle caratteristiche genomiche e messi a confronto con le sequenze pubblicate di isolati stranieri per stabilire una appartenenza filogenetica ed evidenziare un eventuale processo evolutivo del virus nei nostri ambienti.
    Reperimento degli isolati di IYSV: tenuto conto che i) la malattia in campo risulta di difficile identificazione a causa della sintomatologia ascrivibile anche ad altri Tospovirus e, negli stadi avanzati, alla peronospora della cipolla; ii) la tecnica ELISA non sempre dà garanzia circa rilevamento del patogeno in caso di infezione, verranno effettuate sul materiale sospetto che verrà raccolto dai SFR analisi molecolari specifiche (RT-PCR) per una sicura identificazione del virus (attività supportata dal progetto ARNADIA). Questa fase operativa consentirà di individuare in modo certo le aree colpite da questo organismo inserito in  “Alert list”
  • Epidemiologia: prioritario sarà lo studio sulla distribuzione del patogeno nella pianta (parte epigea e bulbo) al fine di stabilire le procedure di preparazione del campione per le analisi diagnostiche campionamento e di individuare i tessuti di conservazione temporale del virus  nel materiale vegetativo oggetto di scambio commerciale e/o nel prodotto intermedio del ciclo biennale per la produzione di seme.
  • Analisi della variabilità genetica: gli isolati identificati nelle coltivazioni, che verranno classificati in base al paese di provenienza e al comprensorio agricolo di coltivazione della matrice da cui sono stati estratti, verranno studiati nelle caratteristiche genomiche e messi a confronto con le sequenze pubblicate di isolati stranieri per stabilire una appartenenza filogenetica ed evidenziare un eventuale processo evolutivo del virus nei nostri ambienti.

Galleria fotografica

        IYSV

Normativa

Link

Allegati:
Scarica questo file (Poster diagnosi.pdf)Poster 2 / Convegno 2012[La diagnosi per IYSV]769 Kb
Scarica questo file (Poster monitoraggio.pdf)Poster 1 Convegno 2012[Monitoraggio per IYSV nelle regioni italiane]2150 Kb
Scarica questo file (STRATECO IYSV Scheda tecnica del virus.pdf)STRATECO IYSV Scheda tecnica del virus.pdf[ ]3144 Kb
 
Strateco
friv